Recensione: Pearl S. Buck, La buona terra

Pearl S. Buck
LA BUONA TERRA
Edizioni Mondadori, pp. 298, € 14
Traduzione di Andrea Damiano

L’autrice di questo romanzo racconta, con uno stile piano e partecipato, le vicende della famiglia del contadino cinese Wang Lung seguendolo per una cinquantina d’anni. La vita della plebe cinese dalla fine dell’800 agli anni ’30 non era proprio rose e fiori, per usare una metafora. Ma il buon Wang riceve in moglie una schiava riscattata dalla grande casa ove vive la famiglia Hwang e con lei, la buona e laboriosa O-lan, inizia il suo percorso che lo porterà, attraverso privazioni e la fatica del lavoro, a divenire un grande proprietario terriero.

Continua a leggere


Recensione: David B., Il grande male

David B.
IL GRANDE MALE
Edizioni Coconino Press, pp. 388, € 30

Sul retro della copertina di questo libro, i redattori della Coconino lo definiscono «un classico della narrazione a fumetti», chiarendo, forse involontariamente, che questo libro non ha nulla a che vedere con le contemporanee graphic novel. Pubblicato nel lontano ‘96, questo libro racconto la vita di una famiglia francese che si riorganizza attorno al grande male, l’epilessia del fratello maggiore dello scrittore, Jean-Christophe.

Continua a leggere


Recensione: John Smolens, Il giorno dei giorni

John Smolens
IL GIORNO DEI GIORNI
Edizioni Mattioli 1885, pp. 286, € 18
Traduzione di Sebastiano Pezzani

I romanzi che cercano di ricostruire i fatti storici rischiano di cadere nel didattico, diventando o elegie del passato o mere ricostruzioni. John Smolens riesce a evitare tutto ciò ricostruendo le psicologie più che i fatti legati alla distruzione della scuola di Bath nel 1927 da parte di Andrew Kehoe.

Continua a leggere


Recensione: Domingo Villar, L’ultimo traghetto

Domingo Villar
L’ULTIMO TRAGHETTO
Edizioni Ponte alle grazie, pp. 631, € 18,50
Traduzione di Silvia Sichel

Nord della Spagna, Vigo per l’esattezza. In questa piccola città scompare una giovane insegnante. Il padre di lei, un famoso medico, il dottor Andrade, muove mari e monti perché la polizia la trovi. L’ispettore Leo Caldas deve occuparsi del caso. È così che inizia questo giallo, d’impianto classico, con un mistero all’inizio, una pistola cechoviana fatta balenare alle prime pagine, e poi una lenta e meticolosa ricerca degli indizi attraverso le vite minute di tutti i personaggi che lo popolano.

Continua a leggere


Recensione: Jean-Paul Dubois, Non stiamo tutti al mondo nello stesso modo

Jean-Paul Dubois
NON STIAMO TUTTI AL MONDO NELLO STESSO MODO
Edizioni Ponte alle Grazie, pp. 236, € 16
Traduzione di Francesco Bruno

Per una volta, apriamo un siparietto personale in questa rubrica. La scelta dei libri da leggere viene compiuta, come sanno tutti, su elementi spesso accessori del libro. Sostengo da tempo la necessità di non scegliere il libro in base all’autore, alla tematica, alla serietà dell’editore, ma in base alla copertina; dato immediato, copertina bella/brutta, libro sì/no.

Continua a leggere


Recensione: Vincent Raynaud, Disintegrazione

Vincent Raynaud
DISINTEGRAZIONE
Edizioni Il Saggiatore, pp. 360, € 24
Traduzione di Alessandro D’Onofrio

Invece di partire con il mio solito pistolotto sui titoli tradotti male (il titolo originale è Tout le planetes que nous croions sont mortes), mi limiterò a dire che potreste leggere un romanzo veramente bello. Per capirlo ed apprezzarlo come merita il prerequisito è che siate appassionati di musica, perché nelle dense 360 pagine che lo compongono si legge della vita di Tristan,

Continua a leggere


Recensione: Gianfrancesco Turano, Pólemos

Gianfrancesco Turano
PÓLEMOS
Edizioni Giunti, pp. 408, € 18

Scrivere un romanzo storico su un periodo preciso della guerra che oppose Atene a Sparta fra il 431 e il 404 a.C. in maniera originale e colta: ecco lo splendido risultato che Gianfrancesco Turano ha ottenuto con questo Pólemos. Una guerra costante agita gli animi e i corpi dei personaggi che lottano in questi quattro anni nelle più disparate situazioni.

Continua a leggere


Recensione: T. Radice e S. Turconi, La terra, il cielo, i corvi

Teresa Radice e Stefano Turconi
LA TERRA, IL CIELO, I CORVI
Edizioni Bao, pp. 203, € 20

Le tre figure in copertina sono, come in una barzelletta sentita mille volte, un russo, un tedesco e un italiano. Il tedesco e l’italiano sono prigionieri di guerra e scappano dal gulag che li rinchiude; mentre fuggono, trovano il russo e lo portano con sé, alla ricerca della salvezza. Questi tre uomini ci conducono, attraverso il punto di vista dell’italiano, a un epilogo già visto, quasi da film, riuscendo comunque a interessare il lettore; il tutto anche grazie a un disegno molto accurato, sempre in grado di rendere l’atmosfera emotiva che vivono i personaggi.

Continua a leggere


Recensione: Alba De Céspedes, Quaderno proibito

Alba De Céspedes
QUADERNO PROIBITO

Edizioni Mondadori, pp. 251, € 13,50

Nella storia della letteratura spiccano i soliti nomi, si sa. Questo fatto rischia di far perdere di vista autori poco noti come questa Alba de Cespedes – che comunque è stata inclusa nei nomi che Mondadori ha ritenuto meritevoli di un volume dei meridiani – che nella loro scrittura hanno saputo tratteggiare dei dettagli che, magari, ai grossi nomi sono sfuggiti. Quindi la lettura di questo romanzo, oltre che per la piacevole storia, vale per lo sguardo ‘sociologico’ che l’autrice lancia su una fetta della realtà che la cultura ufficiale non ha mai considerato.

Continua a leggere


Recensione: Richard Powers, Sporco denaro

Richard Powers
SPORCO DENARO
Edizioni La nave di Teseo, pp. 648, € 20
Traduzione di Luca Briasco

La protagonista di questa storia è Laura. Laura è una donna di mezza età, divorziata, con due figli. Una persona normale, quindi. Una persona normale che però scopre di non essere più del tutto normale. Inizia a non stare bene. Gli esami dicono che c’è un cancro all’utero. È difficile raccontare nei dettagli il calvario che condurrà Laura attraverso tutte le tappe della medicalizzazione della salute.

Continua a leggere