Recensione: Rowan Hisayo Buchanan, Innocua come te

Rowan Hisayo Buchanan
INNOCUA COME TE
Edizioni Codice, pp. 354, € 19
Traduzione di Fabio Viola

Questo romanzo racconta sia una vicenda familiare – un figlio che cresce senza la madre – sia una vicenda individuale – un’artista alla ricerca della sua realizzazione – e lo fa in modo convincente. Yuki e Jay, questi i nomi due due protagonisti, raccontano le loro vite rispettive, nella New York del ‘68 ed in quella odierna, intrecciando ad esse le persone che hanno avuto vicino e la loro ricerca di un senso. Questo pare proprio essere il punto chiave, la ricerca del senso.

Continua a leggere


Recensione: Celeste Ng, Quello che non ti ho mai detto

Celeste Ng
QUELLO CHE NON TI HO MAI DETTO
Edizioni Bollati Boringhieri, pp. 268, € 12
Traduzione di Manuela Faimali

Posso ringraziare la sorte di avermi fatto leggere per primo il secondo libro edito in Italia di Celeste Ng. Se così non fosse stato, se avessi cioè letto nel 2016 quest’opera prima, probabilmente mi sarei sentito poco motivato a leggere il secondo, l’eccezionale Tanti piccoli fuochi. Eppure, proprio alla luce del secondo, quest’opera prima, acerba e stiracchiata, in più punti forzata e connotata da una certa leggerezza nel tratteggiare i caratteri dei personaggi, si lascia leggere con piacere.

Continua a leggere


Recensione: Gian Arturo Ferrari, Ragazzo italiano

Gian Arturo Ferrari
RAGAZZO ITALIANO
Edizioni Feltrinelli, pp. 310, € 18

Questo bellissimo – sarà banale ma non ci sono parole più adeguate – esordio di uno scrittore smentisce uno dei più solidi tra i miei pregiudizi sulla letteratura; cioè che solo l’età prima, o la giovinezza o, al milite, la maturità, consentono la creazione di libri che valga la pena di leggere. Solitamente gli scrittori con tante primavere alle spalle non danno bella prova di sé. Ebbene, Gian Arturo Ferrari racconta la vita di un ragazzo, Ninni, dal primo dopoguerra agli anni ‘60 e, facendo questo, dimostra che invece si-può-fare.

Continua a leggere


Recensione: Tom Gauld, Dipartimento di teorie folgoranti

Tom Gauld
DIPARTIMENTO DI TEORIE FOLGORANTI
Edizioni Mondadori, € 19
Traduzione di Francesca Crescentini

Niente numero di pagine, questo non è un romanzo, non dovrete valutarne la lunghezza per stimare se avete il tempo, non dovrete calcolare il rapporto quantità prezzo che in molti casi è opportuno fare; si tratta solo di vignette, e tutte ambientate nel dorato mondo della ricerca scientifica. È difficile sintetizzare a parole un libro eminentemente visivo, ma i titoli selezionati in una vignetta per il book club di erotismo scientifico (L’assistente di laboratorio di Lady Chatterly, Le 120 giornate di sodioma, Cinquanta sfumature di grafene) dovrebbero bastare a dare il tono.

Continua a leggere


Recensione: Zerocalcare, A babbo morto

Zerocalcare
A BABBO MORTO
Edizioni Bao, € 11

Zerocalcare, autore di fumetti molto seguito, racconta una storia di natale nient’affatto banale che, sfruttando l’intreccio della festa e del commercio, cerca di mettere sotto una luce tragicomica le condizioni lavorative di chi, nella pratica, questo intreccio è tenuto a sostenerlo e a mandarlo in porto. Si parte con la morte di Santa Klaus, il responsabile dei doni per tutti i bambini. E, come la morte di ogni industriale implica, la sua apre le porte alla lotta per la successione al potere coinvolgendo il destino dei lavoratori della Santa Klaus Inc.

Continua a leggere


Recensione: Ben Lerner, Topeka School

Ben Lerner
TOPEKA SCHOOL
Edizioni Sellerio, pp. 372, € 16
Traduzione di Martina Testa

Sarebbe facile scrivere la fascetta per questo libro: «il contrario della verità è la menzogna, ma il contrario di una verità profonda è, forse, un’altra verità profonda». Questa frase è pronunciata dal professor Klaus, un personaggio minore di questo grandioso romanzo corale. In essa, sia detto per inciso, è riassunta al meglio tutta la filosofia da Hegel in poi. Dopo più di due millenni di storia, la filosofia è sintetizzabile in due frasette.

Continua a leggere


Recensione: Jennifer Haigh, L’America sottosopra

Jennifer Haigh
L’AMERICA SOTTOSOPRA
Edizioni Bollati Boringhieri, pp. 503, € 18,50
Traduzione di Mariagiulia Castagnone

Un grande romanzo corale americano attorno alla vita di una piccola cittadina, Bakerton. A Bakerton, fino all’inizo del secolo, si vivacchiava ancora di estrazione mineraria, carbone principalmente. Ma poi c’è la crisi, l’abbandono delle città, la chiusura delle attività produttive e così via, piano piano la città diventa zona depressa. Ma il sottosuolo americano ha riserve inaspettate. Sotto la terra della Pennsylvania c’è il gas, che però va estratto; e per farlo, occorre investire grossi capitali e distruggere, in pratica, l’ambiente.

Continua a leggere


Recensione: Israel J. Singer, La famiglia Karnowski

Israel Joshua Singer
LA FAMIGLIA KARNOWSKI
Edizioni Adelphi, pp. 494, € 10
Traduzione di Anna Linda Callow

Fratello del più noto Isaac Bashevis, che vinse il Nobel per la letteratura con la sua opera in lingua yiddish, Israel Joshua Singer traccia con questo romanzo la parabola migratoria di una famiglia ebrea dall’Europa di fine ottocento all’America pre bellica; dal piccolo villaggio polacco David si trasferisce con la moglie a Berlino, alla ricerca di un ebraismo più moderno, più al passo coi tempi. Lì, il figlio Georg affronta la difficoltà di inserirsi in un mondo che non lo accetta, proprio perché ebreo, a dispetto del suo sacrificio per la Germania – appena laureato David partecipa come medico alla prima guerra mondiale – e delle sue capacità di medico nella ricostruzione post bellica.

Continua a leggere


Recensione: Marco D’Eramo, Dominio

Marco D’Eramo
DOMINIO. La guerra invisibile dei potenti contro i sudditi
Edizioni Feltrinelli, pp. 256, € 19

Marco D’Eramo, giornalista del manifesto e persona di lunga esperienza nella sinistra italiana, ci offre un’interessante lettura di un fenomeno che è sotto gli occhi di tutti ma a cui nessuno sta dando voce: la vittoria della classe padronale sulle rivendicazioni della classe lavoratrice, intesa questa in senso molto ampio. D’Eramo sostiene, con parecchi elementi a favore di questa tesi, che la destra conservatrice ha risposto ai moti libertari che hanno percorso gli anni ‘60 con una precisa strategia ideologica.

Continua a leggere


Recensione: Scott Spencer, Una nave di carta

Scott Spencer
UNA NAVE DI CARTA
Edizioni Sellerio, pp. 487, € 17
traduzione Laura Briasco

Scott Spencer torna al lettore italiano con un romanzo più recente rispetto a quello con cui Sellerio l’ha presentato nel ‘15, Un amore senza fine. Benché siano passati molti anni dall’esordio (1979) che lo portò alla ribalta della scena letteraria americana, Spencer torna a calcare quel sentiero, come a rimarcare che l’ossessione amorosa è un ottimo strumento per avvincere il lettore. Da questa semplice constatazione ognuno può ricavarne le conclusioni che preferisce.

Continua a leggere