Recensione: Giampaolo Simi, Rosa elettrica

Giampaolo Simi
ROSA ELETTRICA
Edizioni Sellerio, pp. 377, € 15

Un romanzo difficile da leggere, un vero noir, che non lascia spazio a gratuite speranze o a sprazzi di ottimismo. La protagonista è Rosa, una giovane poliziotta che al suo primo incarico si vede affidare un testimone di giustizia da tenere nascosto: Cociss, questo è il soprannome del diciottenne che le viene affidato, è un giovane capo di quartiere, affiliato a una famiglia della mala.

Continua a leggere


Recensione: Neil Gaiman, Nessun dove

Neil Gaiman
NESSUNDOVE
Edizioni Mondadori, pp. 488, € 14
Traduzione di Elena Villa

Quando parlano di letteratura molte persone utilizzano delle etichette di genere che, se da un lato semplificano, dall’altro allontanano la possibilità di scoprire le novità che la letteratura continuamente offre. Dire infatti che piacciono i gialli (o i fantasy, o i libri scritti come quelli di Grisham) significa supporre che il bello attenga all’argomento trattato e non al modo di trattare un argomento.

Continua a leggere


Recensione: William Dalrymple, Anarchia

William Dalrymple
ANARCHIA
Edizioni Adelphi, € 34

Alcuni libri passano inosservati, o perlomeno non hanno l’attenzione che meritano, altri libri finiscono per raccontare e insegnarci qualcosa di più di quanto apparentemente proponga il loro contenuto. Il libro di William Darlymple è uno di quelli rari che appartengono a entrambe le categorie e che, a mio avviso, merita un posto di rilievo nella saggistica degli ultimi anni per diverse ragioni.

Continua a leggere


Recensione: Giosuè Calaciura, Io sono Gesù

Giosuè Calaciura
IO SONO GESÙ
Edizioni Sellerio, € 16

Un testo che si legge agilmente su una storia che tutti crediamo di sapere benissimo e che viene stravolta dal nostro Autore, a vantaggio di una narrazione piena di colpi di scena, ove risalta l’atmosfera di povertà, insieme al rapporto madre-figlio, al tema della ricerca paterna, alla tenerezza verso le donne; narrazione a tratti molto affabulante, talora più aspra.

Continua a leggere


Recensione: Anaïs LLobet, Uomini color cielo

Anaïs LLobet
UOMINI COLOR CIELO
Edizioni Playground, pp. 220, € 16
Traduzione di Maruzza loria

In tutto onestà è complicato parlare diffusamente di un libro tanto duro come questo Uomini color cielo. Per chi non lo sapesse, questi uomini sono gli omosessuali per la cultura cecena. I protagonisti della vicenda sono infatti due fratelli ceceni fuggiti del loro paese e rifugiatisi in Olanda, per la precisione all’Aia.

Continua a leggere


Recensione: Umberto Curi, Passione

Umberto Curi
PASSIONE
Edizioni Raffaello Cortina, pp. 222, € 13

Questo piacevolissimo testo del professor Curi è da intendersi come un’indagine filosofica volta a ricostruire il significato che la parola “passione” ha e ha avuto nel contesto della storia della filosofia; in particolare, in riferimento alla filosofia occidentale, la passione è stata, con il progressivo allontanamento storico dalle origini, valutata come qualcosa di intrinsecamente avverso alla stessa possibilità di ottenere la conoscenza: «la riflessione patristica tende a sottolineare che il carattere fondamentale delle passioni è quello di essere perturbationes, movimenti caotici che turbano, fino a distruggerla, la tranquillità del saggio» (p. 12).

Continua a leggere


Recensione: Dino Battaglia, Moby Dick

Dino Battaglia
MOBY DICK
Edizioni Lo scarabeo, € 28

L’epicità di Moby Dick è indiscutibile. La lotta dell’uomo contro il male, contro le proprie ossessioni, e la sua indifferenza per il destino dei suoi simili mentre questa lotta si compie; queste e tante altre cose sono racchiuse in quello che può essere considerato uno degli episodi iniziali della grande letteratura americana.

Continua a leggere


Recensione: Javier Argüello, Essere rosso

Javier Argüello
ESSERE ROSSO
Edizioni Voland, pp. 159, € 17
Traduzione di Francesco Ferrucci

Come vedete in copertina campeggia un giovane che avanza con il pugno alzato. Leggendo, si capisce che costui è uno qualunque, uno qualunque che vuole andare avanti ed essere dalla parte giusta della storia, magari non quella che vince, ma sicuramente quella giusta. Più che un romanzo, quindi, questo è un libro d’opinione in cui l’autore, il quarantottenne cileno Javier Argüello, racconta la vita di due genitori intrecciata a quella di due fratelli, tra le dittature militari di Argentina e Cile dalla metà degli anni ‘70 in avanti.

Continua a leggere


Recensione: Pearl S. Buck, La buona terra

Pearl S. Buck
LA BUONA TERRA
Edizioni Mondadori, pp. 298, € 14
Traduzione di Andrea Damiano

L’autrice di questo romanzo racconta, con uno stile piano e partecipato, le vicende della famiglia del contadino cinese Wang Lung seguendolo per una cinquantina d’anni. La vita della plebe cinese dalla fine dell’800 agli anni ’30 non era proprio rose e fiori, per usare una metafora. Ma il buon Wang riceve in moglie una schiava riscattata dalla grande casa ove vive la famiglia Hwang e con lei, la buona e laboriosa O-lan, inizia il suo percorso che lo porterà, attraverso privazioni e la fatica del lavoro, a divenire un grande proprietario terriero.

Continua a leggere


Recensione: David B., Il grande male

David B.
IL GRANDE MALE
Edizioni Coconino Press, pp. 388, € 30

Sul retro della copertina di questo libro, i redattori della Coconino lo definiscono «un classico della narrazione a fumetti», chiarendo, forse involontariamente, che questo libro non ha nulla a che vedere con le contemporanee graphic novel. Pubblicato nel lontano ‘96, questo libro racconto la vita di una famiglia francese che si riorganizza attorno al grande male, l’epilessia del fratello maggiore dello scrittore, Jean-Christophe.

Continua a leggere