Recensione: Ben Lerner, Topeka School

Ben Lerner
TOPEKA SCHOOL
Edizioni Sellerio, pp. 372, € 16
Traduzione di Martina Testa

Sarebbe facile scrivere la fascetta per questo libro: «il contrario della verità è la menzogna, ma il contrario di una verità profonda è, forse, un’altra verità profonda». Questa frase è pronunciata dal professor Klaus, un personaggio minore di questo grandioso romanzo corale. In essa, sia detto per inciso, è riassunta al meglio tutta la filosofia da Hegel in poi. Dopo più di due millenni di storia, la filosofia è sintetizzabile in due frasette.

Continua a leggere


Recensione: Jennifer Haigh, L’America sottosopra

Jennifer Haigh
L’AMERICA SOTTOSOPRA
Edizioni Bollati Boringhieri, pp. 503, € 18,50
Traduzione di Mariagiulia Castagnone

Un grande romanzo corale americano attorno alla vita di una piccola cittadina, Bakerton. A Bakerton, fino all’inizo del secolo, si vivacchiava ancora di estrazione mineraria, carbone principalmente. Ma poi c’è la crisi, l’abbandono delle città, la chiusura delle attività produttive e così via, piano piano la città diventa zona depressa. Ma il sottosuolo americano ha riserve inaspettate. Sotto la terra della Pennsylvania c’è il gas, che però va estratto; e per farlo, occorre investire grossi capitali e distruggere, in pratica, l’ambiente.

Continua a leggere


Recensione: Israel J. Singer, La famiglia Karnowski

Israel Joshua Singer
LA FAMIGLIA KARNOWSKI
Edizioni Adelphi, pp. 494, € 10
Traduzione di Anna Linda Callow

Fratello del più noto Isaac Bashevis, che vinse il Nobel per la letteratura con la sua opera in lingua yiddish, Israel Joshua Singer traccia con questo romanzo la parabola migratoria di una famiglia ebrea dall’Europa di fine ottocento all’America pre bellica; dal piccolo villaggio polacco David si trasferisce con la moglie a Berlino, alla ricerca di un ebraismo più moderno, più al passo coi tempi. Lì, il figlio Georg affronta la difficoltà di inserirsi in un mondo che non lo accetta, proprio perché ebreo, a dispetto del suo sacrificio per la Germania – appena laureato David partecipa come medico alla prima guerra mondiale – e delle sue capacità di medico nella ricostruzione post bellica.

Continua a leggere


Recensione: Marco D’Eramo, Dominio

Marco D’Eramo
DOMINIO. La guerra invisibile dei potenti contro i sudditi
Edizioni Feltrinelli, pp. 256, € 19

Marco D’Eramo, giornalista del manifesto e persona di lunga esperienza nella sinistra italiana, ci offre un’interessante lettura di un fenomeno che è sotto gli occhi di tutti ma a cui nessuno sta dando voce: la vittoria della classe padronale sulle rivendicazioni della classe lavoratrice, intesa questa in senso molto ampio. D’Eramo sostiene, con parecchi elementi a favore di questa tesi, che la destra conservatrice ha risposto ai moti libertari che hanno percorso gli anni ‘60 con una precisa strategia ideologica.

Continua a leggere


Recensione: Scott Spencer, Una nave di carta

Scott Spencer
UNA NAVE DI CARTA
Edizioni Sellerio, pp. 487, € 17
traduzione Laura Briasco

Scott Spencer torna al lettore italiano con un romanzo più recente rispetto a quello con cui Sellerio l’ha presentato nel ‘15, Un amore senza fine. Benché siano passati molti anni dall’esordio (1979) che lo portò alla ribalta della scena letteraria americana, Spencer torna a calcare quel sentiero, come a rimarcare che l’ossessione amorosa è un ottimo strumento per avvincere il lettore. Da questa semplice constatazione ognuno può ricavarne le conclusioni che preferisce.

Continua a leggere


Recensione: Katharine Burdekin, La notte della svastica

Katharine Burdekin
LA NOTTE DELLA SVASTICA
Edizioni Sellerio, pp. 308, € 15
Traduzione di Alfonso Geraci

Ci vorrebbe più tempo per leggere tutto quello che andrebbe letto. Questa affermazione lapalissiana potrebbe fungere da fascetta per invogliare alla lettura dell’interessante, anche se non proprio entusiasmante, romanzo della sconosciuta Katharine Burdekin. Pubblicato nel lontano 1937, in questo romanzo è possibile trovare elementi che saranno più avanti sviluppati da colossi della letteratura quali Orwell e Bradbury, nonché prosecuzioni del lavoro seminale di Huxley; e già che ci siamo, possiamo metterci dentro anche Philip K. Dick. Già dai grossi nomi fatti è facile intuire che qui si parla di distopia.

Continua a leggere


Recensione: Màrius Serra, Il romanzo di Sant Jordi

Màrius Serra
IL ROMANZO DI SANT JORDI
Edizioni Marcos Y Marcos, pp. 479, € 18
traduzione Beatrice Parisi

Il 23 Aprile a Barcellona si celebra San Giorgio, il Sant Jordi del titolo. Màrius Serra ambienta in questa giornata festosa un giallo classico, con una serie di morti che muovono i protagonisti alla ricerca del colpevole per le vie di una Barcellona affollata di turisti e appassionati di letteratura. Sì, perché il giorno di Sant Jordi è la festa annuale del libro e delle rose nella capitale catalana e l’atmosfera che si respira è abbastanza surreale.

Continua a leggere


Recensione: Thomas Piketty, Capitale e ideologia

Thomas Piketty
CAPITALE E IDEOLOGIA
Edizioni La nave di Teseo, pp. 1176, € 25
traduzione Lorenzo Matteoli e Andrea Terranova

La lettura, difficoltosa e impegnativa, dei libri di Piketty è ripagata ampiamente dall’emozione che si ricava leggendo quello che è senza ombra di dubbio un illuminista convinto in un’epoca che sta cercando di seppellire il progetto politico di uguaglianza portato avanti dall’illuminismo. Dopo il colossale Il capitale nel XXI secolo, ove in sintesi analizzava il modo in cui il capitalismo aveva reagito ai moti di opposizione partiti con la fine della prima guerra mondiale e protrattisi fino a fine anni ‘70, in questo altrettanto colossale lavoro cerca di capire e fare capire al paziente lettore come la reazione vittoriosa del capitalismo si basi sull’accettazione di un’ideologia:

Continua a leggere


Recensione: Moira Pearce, Tramonti

Moira Pearce
TRAMONTI
Edizioni Elliot, pp. 254, € 18,50
traduzione Daniela De Falco

I libri devono fare riflettere il lettore su ciò che avviene intorno a lui. Se nel 1968 Updike pubblicò Coppie, provocando grande scandalo e una divisione manichea tra chi osteggiava l’ostentazione della libertà sessuale e chi invece la promuoveva, ciò fu grazie al fatto che il terreno sociale era pronto a recepire tali esplicite rivelazioni.
La sconosciuta autrice di questo romanzo, che risale al 1960, non poteva certo avventurarsi in descrizioni tanto dettagliate quanto quelle del più celebre scrittore, ma nella storia degli amici di Medusa nella piccola cittadine di Leicester, Massachusetts, possiamo trovare un’incubazione dei temi che saranno poi sviluppati dai grandi della letteratura americana del secolo scorso.

Continua a leggere


Recensione: Ryan Gattis, Uscita di sicurezza

Ryan Gattis
USCITA DI SICUREZZA
Edizioni Guanda, pp. 329, € 20
Traduzione Katia Bagnoli

Fantasma e Occhiali, Ghost e Glasses, ecco i due protagonisti del nuovo romanzo di Ryan Gattis, l’autore che tanto successo aveva avuto con il precedente Giorni di fuoco, la storia dei sette giorni che misere a ferro e fuoco Los Angeles nel 1992. Siamo sempre a Los Angeles, sempre nei quartieri degradati, e i protagonisti sono un ragazzo nero ed un ragazzo ispanico, che si collocano all’apparenza ai due lati di una barricata, quella che oppone le forze dell’ordine alla delinquenza di strada.

Continua a leggere