Recensione: V.S. Naipaul, Sull’ansa del fiume, Adelphi

V.S. Naipaul, Sull’ansa del fiume

Adelphi, pp. 327, euro 26

Traduzione Valeria Gattei

Questo libro, quando venne pubblicato, decretò il successo commerciale del futuro premo nobel; ora, leggendolo a quasi trent’anni da quando fu scritto, servirà alla riportare alla memoria quello che successe in Africa quando i movimenti di liberazione presero il via, oltre a prendere conoscenza con la scrittura di un maestro.

Il protagonista è il giovane Salim, un indiano che (altro…)


Recensione: Kader Abdolah, Un pappagallo volò sull’Ijssel, Iperborea

Kader Abdolah, Un pappagallo volò sull’Ijssel

Iperborea, pp. 523, euro 19.50

Traduzione Elisabetta Svaluto Moreolo

Cosa significa vivere da immigrati. Ecco, in poche parole, come può essere riassunto l’ultimo lavoro di Kader Abdolah, autore dell’indimenticabile Scrittura Cuneiforme. Non c’è un vero protagonista in questo nuovo romanzo; se in Scrittura Cuneiforme il narratore ricorda la sua vita in Persia, qui la Persia è solo il luogo di partenza, il paese, la zona geografica, da cui Memed scappa con la figlia piccola per approdare a luoghi più umani, dove è possibile vivere senza l’ombra della morte perennemente sospesa sul capo. Dal suo arrivo all’aereoporto senza documenti si dipana tutta la storia, in cui Memed diventa un personaggio di una vicenda corale, perché l’immigrazione è un fatto corale. Coinvolge milioni di persone, spinte dalla crisi economica, verso paesi a loro stranieri nei quali non è facile vivere. Ma Memed arriva quando l’iimigrazione è ancora un fatto episodico, folcloristico, e l’immigrato non viene visto come un pericolo. Abdolah è bravo a fare scorrere lentamente il tempo, in modo da mostrare come la vita degli immigrati pian piano si adatti al luogo, e come il luogo venga modificato da questo adattamento. Nel bene e nel male. Anche nella civile e organizzata Olanda nascono movimenti xenofobi. Ma gli immigrati ormai hanno una vita, e non è più possibile scacciarli. Con pazienza, con umanità, con profonda partecipazione – ricordiamo che Abdolah è scappato dall’Iran di Khomeini approdando all’Olanda da profugo – e con un consapevole utilizzo di mezzi narrativi appartenenti alla tradizione araba – non a caso il libro ha un’epigrafe tratta dalle parole di Shahrazad e come le Mille e una notte si compone di una miriade di racconti intrecciati – lo scrittore ci mostra la vita degli immigrati in un luogo specifico, le sponde del fiume IJssel.

Il suo posto.


Venerdì 30 giugno: incontro con Giorgio Vasta e presentazione del suo ultimo libro “Absolutely Nothing”.

Venerdì 30 giugno 2017 – ore 21 – ingresso libero
presso Spazio Terzo Mondo

vastaABSOLUTELY NOTHING
Quodlibet editore

presentazione del libro di

GIORGIO VASTA e FAZEL RAMAK

 

Vogliamo augurare a tutti una bellissima estate, regalandovi un appuntamento con GIORGIO VASTA, uno degli autori italiani tra i più rappresentativi e significativi del panorama letterario contemporaneo, e FAZEL RAMAK
co-autore del libro, che ne ha realizzato tutte le fotografie.

Il libro, che è stato finalista al PREMIO NARRATIVA BERGAMO di quest’anno, un po’ romanzo, un po’ reportage, un po’ saggio, con uno splendido linguaggio, ci racconta di un viaggio negli Stati Uniti che forse non ci aspettiamo, quel grande paese dove potremmo incontrare… Absolutely Nothing.

Durante la serata verranno proiettate anche le immagini delle fotografie riprodotte nel libro.

E’ possibile cenare a partire dalle ore 19.30, è consigliabile la prenotazione allo 035.290.250


Dal 16 giugno: orario estivo dello Spazio Terzo Mondo.

INIZIA LA NUOVA STAGIONE SCOLASTICA E COME TUTTI GLI ANNI SI INTERROMPE LA PROGRAMMAZIONE SERALE DELLO SPAZIO TERZO MONDO, ASPETTANDO SETTEMBRE CON L’EDIZIONE 2017 DI “FIATO AI LIBRI”.

ORARIO APERTURA ESTIVO (a partire dal 16 giugno 2017)
Lunedì: 12.00 – 19.30
Martedì: 9.00 – 19.30
Mercoledì: 9.00 – 19.30
Giovedì: 9.00 – 19.30
Venerdì: 9.00 – 19.30
Sabato: 9.00 – 19.30
Domenica: Chiuso

SpazioTerzoMondo
libreria, caffetteria, enoteca con mescita
via Italia, 73 – 24068 – Seriate (BG)

telefono e fax 035.290.250 – mail: info@spazioterzomondo.com

SEGUICI ANCHE SU
FACEBOOK:
www.facebook.com/SpazioTerzoMondo
INSTAGRAM: www.instagram.com/spazioterzomondo/ 

Per tutto ciò che concerne la scuola, dalle nostre proposte alle forniture di testi scolastici: scuola@spazioterzomondo.com


Sabato 17 giugno, ore 18: “La firma umana. Saggio su Tzvetan Todorov”, incontro con l’autrice Giulia Cosio.

Sabato 17 giugno, ore 18 – ingresso libero
presso Spazio Terzo Mondo

jouvence-cosio-firma-umana.indd“LA FIRMA UMANA
SAGGIO SU TZVETAN TODOROV”
Mimesis edizioni

INCONTRO CON L’AUTRICE GIULIA COSIO

“La sfida è restare sempre fedeli alla realtà e per l’uomo di lettere
ciò significa affrancarsi dai propri automatismi intellettuali per
aguzzare la vista. Ogni fede ingenua è una via che a lungo andare
si autodistrugge, e la sua ingenuità non è per forza un vizio di forma,
ma di percezione: anche di fronte al soggetto più netto c’è sempre il
rischiodi ignorarne i chiaroscuri.” (altro…)


Andarperlibri

Con le letture di oggi, scelte tra le proposte del Coordinamento delle librerie di cui siamo attivi collaboratori dal 2007, vi auguriamo una buona estate

Ad ottobre ritroverete la rubrica Andarperlibri e le nuove proposte di laboratori per l’autunno-inverno 2017 .
Non dimenticatevi della vostra libreria preferita: vi ricordiamo che nel nostro Spazio potrete sempre ristorarvi e rilassarvi con “fresche” letture e deliziose leccornie, Nutrire mente e corpo è la nostra mission!
Vi aspettiamoooo

IL CILIEGIO,ed. Fatatrac lettura dai 3 anni
AL DI LÀ DELLA FORESTA, ed. OrecchiAcerbo lettura dai 5 anni
DI BECCO IN BECCO,ed Sinnos lettura dai 7 anni
LA SCORCIATOIA,ed. Piemme lettura dagli 11 anni
VENEZIA ,ed. Kalandraka lettura per tutti

(altro…)


Recensione: Marco D’Eramo, Il Selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo, Feltrinelli.

Recensione

Marco D’Eramo
Il Selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo
Feltrinelli, pp. 234, euro 22

Il commento a questo libro può iniziare con la frase di Beckett che Deleuze e Guattari pongono all’inizio dei Millepiani: ““Non viaggiamo per il piacere di viaggiare, che io sappia. Siamo stupidi, ma non fino a questo punto.” Questa frase lascia sospettare un certo snobistico disprezzo del turista, ma lascia anche intravedere una profonda verità. Molto spesso il viaggiare non è piacere puro (altro…)


Andarperlibri

Lo spazio ragazzi della libreria vi propone nuove imperdibili occasioni da prendere al volo!! tanti bei titoli della casa editrice Il Battello a vapore dai 5 agli 11 anni scontati del 15%

Le letture di oggi sono state scelte tra le proposte del Coordinamento delle librerie , di cui siamo attivi collaboratori dal 2007:
Io e il Papu, ed. Rizzoli lettura dai 10 anni
Il Maestro, ed. OrecchioAcerbo lettura dai 10 anni

(altro…)