Sabato 28 ottobre: presentazione libro “Le scelte di vita di chi pensa di averne una sola”, serata a cura di UAAR.

Sabato 28 ottobre – ore 21 – ingresso libero
presso Spazio Terzo Mond0

UAAR – Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti – Circolo di Bergamo

in occasione dei 30 anni di UAAR vi invitano alla

carcanouaarPresentazione del libro

“Le scelte di vita di chi pensa di averne una sola”
di RAFFAELE CARCANO

La serata verrà preceduta da una cena con l’autore.
Necessaria la prenotazione allo 035.290.250 (altro…)


Venerdì 27 ottobre, ore 20.45: “Donne e scienza” una serata a cura di Ursula Gruner.

Venerdì 27 ottobre – dalle ore 20.45 – ingresso libero
presso Spazio Terzo Mondo

immagine-per-serata-27-ottobre-1DONNE E SCIENZA
Una serata dedicata alle Donne e alla scienza
condotto da URSULA GRUNER

La scienza sembra ancora oggi un terreno maschile nonostante tanti esempi
di donne nella scienza di tutti i tempi. Chi sostiene oggi le ragazze a intraprendere
una strada di studi scientifici? Il nostro mondo sempre più complesso, con una
richiesta, per il futuro, di competenze ampie ha bisogno di donne e uomini
che non siano costretti in ruoli rigidi e stereotipati, ma che siano in grado di affrontare gli impegni del proprio tempo. Offrire albi illustrati e libri divulgativi per bambine e bambini oltre gli stereotipi fornisce modelli di crescita più ricchi per uno sviluppo personale e di tutta la società.

«Quando le donne vedranno altre donne fare questo lavoro, sapranno che anche loro possono farlo». Xian Zhang

L’incontro è rivolto a chi si interessa a vario titolo dell’educazione e della crescita della nostra società. Viene affrontato il tema degli antichi pregiudizi ancora oggi presenti in numerosi libri per l’infanzia, mostrando altri libri che li sanno superare, partendo da albi per bambine e bambini fino a biografie e narrativa per giovani adulti che ci conducono nella storia della scienza scritta dalle donne.
(altro…)


Recensione: Erik Larson, Il diavolo e la città bianca, Neri Pozza

Erik Larson, Il diavolo e la città bianca

Neri Pozza, pp. 506, euro 18

Traduzione Grazie Maria Griffini

Come già detto in questa rubrica, Erik Larson ha trovato un modo gradevole di proporre parti di storia americana ad un pubblico anche di non americani. Dopo averci narrato dell’affondamento del Lusitania, delle vicende dell’ambasciatore americano a Berlino prima della shoà e del ruolo svolto dall’invenzione di Marconi per catturare un pericoloso assassino, Larson ci porto agli anni in cui Chicago divenne la sede deputata per rispondere alla sfida lanciata da Parigi al mondo con la costruzione della torre Eiffel. Con la consueta capacità di ricreare un’atmosfera, Larson ci porta a conoscere (altro…)


Andarperlibri

“Voglio un autunno rosso come l’amore, giallo come il sole ancora caldo nel cielo, arancione come i tramonti accesi al finire del giorno, porpora come i granelli d’uva da sgranocchiare. Voglio un autunno da scoprire, vivere, assaggiare. “(Stephen Littleword)

Eccoci a darvi un caloroso bentornato all’ appuntamento con la rubrica Andarperlibri che, come sempre, vi offrirà  sia nuove proposte di lettura per i vostri fgli/e , dai pochi mesi d’età fino ai 16 anni (giovani adulti), sia l’occasione di incontrare e interagire con Autori e Autrici che si occupano del settore infanzia, sia invitare bimbe e bimbe a partecipare ad interessanti ma soprattutto divertenti laboratori artistici e creativi. Tante le proposte da farvi “assaggiare”  in questo autunno 2017,

Dal nostro albero d’autunno fiammeggiante di colori cominciano a cascare le prime foglie-proposte…giusto per stuzzicarvi un po’

Venerdì 27 ottobre dalle 20,30

Una serata dedicata alle Donne e alla scienza condotto da Ursula Gruner:

La scienza sembra ancora oggi un terreno maschile nonostante tanti esempi di donne nella scienza di tutti i tempi. Verrà affrontato il tema degli antichi pregiudizi ancora oggi presenti in numerosi libri per l’infanzia, mostrando altri libri che li sanno  superare, partendo da albi per bambine e bambini fino a biografie e narrativa per giovani adulti che ci conducono nella storia della scienza scritta dalle donne.

(altro…)


Recensione: Attilio Veraldi, La mazzetta, Ponte alle grazie

Attilio Veraldi, La mazzetta

Ponte alle grazie, pp. 283, euro 16.80

Il poliziotto, l’investigatore, colui che risolve le intricate matasse dei romanzi gialli è, nel migliore dei casi, il simbolo di una società; muovendosi verso la soluzione svela atteggiamenti e modi di pensare caratteristici. Alessandro Iovine, Sasà per gli amici, è il protagonista di questo giallo/noire che offre, in maniera molto gradevole, uno spaccato sulla società italiana, sul finire degli anni ’70.

Sasà si spaccia per avvocato, ma (altro…)


Recensione: Julian Barnes, Il rumore del tempo, Einaudi

Julian Barnes, Il rumore del tempo

Einaudi, pp.187,  euro 18.50

Traduzione Susanna Basso

 

Vivere da artista, ovvero da intellettuale, nell’Unione sovietica di Stalin, e poi di Crushev, e poi di Breznev; ecco quello che è stata la vita di Dmitri Sostakovich. Il ritratto che dà Julian Barnes è quello di una persona tormentata, costantemente incerta sulla strada da prendere; seguire il suo destino di intellettuale, con tutta la solitudine e il dolore che comporta, o accettare i compromessi che servono a vivere nella vita reale?

Sotto il governo stalinista una tale alternativa (altro…)


Recensione: V.S. Naipaul, Sull’ansa del fiume, Adelphi

V.S. Naipaul, Sull’ansa del fiume

Adelphi, pp. 327, euro 26

Traduzione Valeria Gattei

Questo libro, quando venne pubblicato, decretò il successo commerciale del futuro premo nobel; ora, leggendolo a quasi trent’anni da quando fu scritto, servirà alla riportare alla memoria quello che successe in Africa quando i movimenti di liberazione presero il via, oltre a prendere conoscenza con la scrittura di un maestro.

Il protagonista è il giovane Salim, un indiano che (altro…)


Recensione: Kader Abdolah, Un pappagallo volò sull’Ijssel, Iperborea

Kader Abdolah, Un pappagallo volò sull’Ijssel

Iperborea, pp. 523, euro 19.50

Traduzione Elisabetta Svaluto Moreolo

Cosa significa vivere da immigrati. Ecco, in poche parole, come può essere riassunto l’ultimo lavoro di Kader Abdolah, autore dell’indimenticabile Scrittura Cuneiforme. Non c’è un vero protagonista in questo nuovo romanzo; se in Scrittura Cuneiforme il narratore ricorda la sua vita in Persia, qui la Persia è solo il luogo di partenza, il paese, la zona geografica, da cui Memed scappa con la figlia piccola per approdare a luoghi più umani, dove è possibile vivere senza l’ombra della morte perennemente sospesa sul capo. Dal suo arrivo all’aereoporto senza documenti si dipana tutta la storia, in cui Memed diventa un personaggio di una vicenda corale, perché l’immigrazione è un fatto corale. Coinvolge milioni di persone, spinte dalla crisi economica, verso paesi a loro stranieri nei quali non è facile vivere. Ma Memed arriva quando l’iimigrazione è ancora un fatto episodico, folcloristico, e l’immigrato non viene visto come un pericolo. Abdolah è bravo a fare scorrere lentamente il tempo, in modo da mostrare come la vita degli immigrati pian piano si adatti al luogo, e come il luogo venga modificato da questo adattamento. Nel bene e nel male. Anche nella civile e organizzata Olanda nascono movimenti xenofobi. Ma gli immigrati ormai hanno una vita, e non è più possibile scacciarli. Con pazienza, con umanità, con profonda partecipazione – ricordiamo che Abdolah è scappato dall’Iran di Khomeini approdando all’Olanda da profugo – e con un consapevole utilizzo di mezzi narrativi appartenenti alla tradizione araba – non a caso il libro ha un’epigrafe tratta dalle parole di Shahrazad e come le Mille e una notte si compone di una miriade di racconti intrecciati – lo scrittore ci mostra la vita degli immigrati in un luogo specifico, le sponde del fiume IJssel.

Il suo posto.