Recensione: Gianluca Morozzi, Lo specchio nero

Gianluca Morozzi
LO SPECCHIO NERO
Edizioni Guanda, pp. 332, € 18,00

Alle volte penso che bisognerebbe parlare solo dei libri molto belli, essendo i libri molto belli oggetti di cui è facile tessere le lodi, sperticarsi in elogi complessi e variopinti riferendosi alla capacità di scrittura dello scrittore o alla sua abilità nel destreggiarsi tra i mille rivoli della trama, eppure noi viviamo in un mondo materiale ed imperfetto, in cui l’eccezionalità è rara e la norma è, invece, la prevedibilità che toglie l’oggetto dall’eccezione.

Continua a leggere


Recensione: Fernando Aramburu, Anni lenti

0001121468229_0_0_0_75Fernando Aramburu
ANNI LENTI
Edizioni Guanda, pp. 223, € 17,00
Traduzione Bruno Arpaia

Il secondo romanzo tradotto in Italia dell’autore di Patria, l’acclamato, a ragione, best seller dello scorso natale, permette di porsi diverse domande sulla natura della letteratura, anche se dire diverse è esagerato, diciamo una, fondamentale, domanda, ovvero se chi scrive scrive solo per sé o scrive per tutti, ovvero la domanda consiste nel chiedersi se la letteratura abbia una funzione universale o particolare.

Continua a leggere


Recensione: Ryan Gattis, Giorni di fuoco, Guanda

Ryan Gattis, Giorni di fuoco

Guanda, pp. 410, euro 22

Traduzione Katia Bagnoli

Se non vi ricordate della rivolta che sconvolse nel 1992 Los Angeles a seguito dell’assoluzione dei poliziotti responsabili delle violenze subite da Rodney King leggere questo libro vi riporterà a quegli eventi. L’autore, dando prova di estrema passione, si è evidentemente documentato a fondo su quello che è successo. Riesce quindi a ricreare quei giorni

Continua a leggere


Recensione: Paola Mastrocola, Togliamo il disturbo, Guanda

Paola Mastrocola, Togliamo il disturbo
Saggio sulla libertà di non studiare
Guanda, pp. 271, euro 17
 
 Paola Mastrocola, insegnante di italiano di un liceo statale, riapre, con questo bel saggio, il vaso di Pandora dei problemi della scuola italiana. Non abbiate timore comunque, perché i nostri abili governanti saranno prontamente in grado di ricacciare tutti i mali sotto il tappeto

Continua a leggere