Recensione: Ruska Jorjoliani, Tre vivi, tre morti

Ruska Jorjoliani
TRE VIVI, TRE MORTI
Edizioni Voland, pp. 196, € 16

Gradevole sorpresa la giovane autrice georgiana. Approdata a Palermo dalla Georgia nel 2007, dona ai lettori una storia scritta in un italiano curato e di buona fattura, come quasi necessaria conseguenza degli illustri nomi che nomina alla fine della storia come fonti ispiratrici: Svevo, Gadda, Praz e Pontiggia, tra gli altri.
La storia, dicevamo, è di estrema originalità e per certi aspetti fuori dal tempo, ovvero si svolge in un tempo passato che solo le assidue frequentazioni letterarie di cui sopra possono avere ispirato alla giovane scrittrice.

Continua a leggere


Recensione: Giorgio Mancacorda, Delitto a villa Ada, Voland

Giorgio Mancacorda, Delitto a villa Ada
Voland, pp. 137, euro 14
 
Un poeta trovato morto nel parco di villa Ada, a Roma; una serie di corridori che fanno jogging la mattina presto all’interno del parco della villa chiamati a testimoniare come possibili autori/testimoni dell’omicidio; e due poliziotti, il commissario Sparandio e il questore Incravallo che si susseguono a svolgere le indagini. Ecco gli elementi del primo episodio delle indagini del commissario Sperandio, già incontrato ne Il cargo giapponese. Ancor più forte che nel secondo episodio domina in questo la poesia, la vera grande passione di Giorgio Manacorda. Sarà infatti proprio la poesia a permettere a Sperandio prima, Incravallo poi di arrivare vicino alla soluzione del mistero dell’omicidio di Vasco Sprahe, il poeta trovato morto in mezzo agli arbusti del parco.

Continua a leggere


Recensione: Giorgio Mancorda, Il cargo giapponese, Voland

Recenione:
Giorgio Mancorda, Il cargo giapponese

Voland, pp. 161, euro 14

Giorgio Manacorda è, prima che scrittore di romanzi, poeta e studioso germanista. In questo insolito giallo fa confluire queste sue passioni con un risultato sicuramente originale.
Al porto di Cagliari va a sbattere un cargo. Il natante risulta vuoto. Il questore di Cagliari, Gavino, è un vecchio amico del commissario Sperandio, strano poliziotto-poeta relegato, dopo un inizio carriera promettente e Roma, nell’entroterra sardo. Gavino chiama Sperandio chiedendogli un aiuto informale per svelare il mistero nascosto in questa nave.

Continua a leggere


Recensione: Michael Uras, Io e Proust (Titolo originale Chercer Proust), Voland

Michael Uras, Io e Proust (Titolo originale Chercer Proust)

Voland, pp. 159, euro 15

Traduzione Giacomo Melloni

 Difficile dire quanto questo libro potrà trovare ricetto presso il lettore italiano. In Francia è ovvio che parlare di Proust attira l’attenzione. Il lettore francese sarà facilmente coinvolto da una storia il cui protagonista, Jacques Bartel, è un gracile e pallido ragazzino che

Continua a leggere