Recensione: Steve Yarbrough, Il regno delle ultime possibilità

Steve Yarbrough
IL REGNO DELLE ULTIME POSSIBILITÀ
Edizioni Nutrimenti, pp. 283, € 18
Traduzione di Veronica La Peccerella

Cal e Kristin si spostano dalla California al Michigan; in Americana, se perdi il lavoro, ti sposti dove ne trovi un altro. Lei lavora da amministrativa all’università, lui è disoccupato ma sistema la casa che hanno comprato. Due persone con vite normali apparentemente, ma che celano a se stesse e al proprio compagno – o almeno credono – una lunga serie di delusioni. Ne esce una storia non proprio entusiasmante, dove il tratto dominante mi pare sia la costante perdita di speranze per il futuro. Uno dei protagonisti che emergono dal paesino, Matt, racconta in un breve squarcio della sua passione per un racconto breve di Richard Yates, l’autore di Revolutionary road.

Continua a leggere


Recensione: Don Robertson, Paradise Falls. L’inferno

Don Robertson
PARADISE FALLS. L’INFERNO
Edizioni Nutrimenti, pp. 933, € 22
Traduzione di Nicola Manuppelli

Il secondo volume del capolavoro di Don Robertson non delude il lettore. Tutte le aspettative suscitate dal primo libro (Il paradiso), edito nel 2018, vengono confermate. La sfida tra il vecchio (Ike Underwood) e il nuovo (C. P. Wells) prosegue nell’immaginaria contea di Paradise, un’arcadia che tenta di resistere all’implacabile procedere del nuovo. Numerosissimi personaggi animano la vita della cittadina e tra lotte sindacali, amori delusi e morti improvvise, si arriva senza accorgersene al termine dell’epopea; agli inizi del secolo XX, la lotta tra il vecchio e il nuovo prosegue con nuovi attori, che hanno il compito di illustrare al lettore le uniche certezze che il divenire del mondo ha lasciato ai suoi abitanti: tutto è possibile e tutto è mortale.

Continua a leggere


Recensione: Don Robertson, Paradise Falls. Il paradiso

Don Robertson
PARADISE FALLS. IL PARADISO
Edizioni Nutrimenti, pp. 670, € 22
Traduzione di Nicola Manuppelli

L’America, come ogni grande nazione, ha una grande, in termini quantitativi, produzione letteraria e, ovviamente, è difficile per chi non è americano coglierne l’ampiezza e i collegamenti; tanto più per noi italiani, che viviamo solo di traduzioni, è difficile percepire questa grandezza. In particolare il filone western, che la mia generazione conosce quasi esclusivamente per i film, ha avuto una grande importanza in America.

Continua a leggere


Recensione: Luciano Gallini, Il secondo ritorno

Giuliano Gallini
IL SECONDO RITORNO
Edizioni Nutrimenti, pp. 171, € 16,00

Dopo il buon esordio de Il confine di Giulia, Giuliano Gallini torna a portare un po’ di qualità sulla scena letteraria italiana. Questa volta lo fa mettendo in scena una giornata della vita di Joseph Conrad, l’autore di Cuore di Tenebra. Il metodo dunque ripropone la storia della letteratura e dei suoi protagonisti come chiave di significato attorno a cui articolare le vicende narrate;

Continua a leggere


Recensione: Giovanni Dozzini, La scelta

Giovanni Dozzini
LA SCELTA
Edizioni Nutrimenti, pp. 247, € 17,00

L’Italia fu, insieme a tutti i paesi coinvolti nella seconda guerra mondiale, teatro delle persecuzioni naziste contro gli ebrei. Tanti furono gli episodi che solo i maggiori sono stati narrati ed entrati a ragione nella memoria collettiva; sul lago Trasimeno l’isola maggiore, dove sorge il castello Guglielmi, vide la reclusione di una trentina di ebrei in attesa di essere trasferiti ai campi più a nord; l’esercito alleato stava risalendo la penisola e, nel giugno del ’44, si attestava a metà del lago.

Continua a leggere


Recensione: Giuliano Gallini, Il confine di Giulia

Giuliano Gallini
IL CONFINE DI GIULIA
Edizioni Nutrimenti, pp. 135, € 15,00

In questa pregevole opera prima Giuliano Gallini ci racconta la storia, in parte vera in parte inventata, di Ignazio Silone in Svizzera. Sembra un argomento di secondaria importanza, non c’è che dire, ma proprio in questo sta l’abilità dello scrittore; innalzare un episodio marginale della storia europea in un oggetto che, se osservato attentamente, svela molto di più di quanto potrebbe fare a prima vista.

Continua a leggere


Recensione: Domenico Dara, Appunti di meccanica celeste

Domenico Dara
APPUNTI DI MECCANICA CELESTE
Edizioni Nutrimenti, pp. 343, € 19

In un piccolo paesino della Calabria arriva per errore un circo. Le vite di alcuni paesani e di tutti i loro conoscenti iniziano a ruotare attorno al luogo ove il circo prende sede ed agli spettacoli che in esso si svolgono. Il circo diviene quindi la scusa per raccontare una serie di storie minime, molto umane,piene di odi, rancori ed indifferenza. C’è la rabbiosa ed astiosa Malarosa, ripudiata in gioventù da Salvatore, ma che ora grazie ad un inaspettato colpo di fortuna, sente di poter tornare nelle grazie dell’amato; lo stoico Archidemiu, indifferente al tutto e legato ad una perdita giovanile.

Continua a leggere


Recensione: Giovanni Cocco La promessa, Nutrimenti

Giovanni Cocco La promessa
Nutrimenti, pp. 199, euro 16

Il secondo episodio della quadrilogia promessa dall’autore ne dimostra l’estrema capacità di scrittura pur cambiando radicalmente i toni. Se nel precedente La caduta Cocco adottava uno stile postmoderno, estremamente innovativo e ricco di ridondanze, in questo La promessa la cronaca diretta dei fatti reali prende il sopravvento; ma, data le intenzioni letterarie dello scrittore, questa realtà si discosta dal puro rispecchiamento divenendone un’estensione, potremmo dire.
Il dato reale

Continua a leggere


Recensione: Andre Dubus III, L’amore sporco, Nutrimenti

Andre Dubus III, L’amore sporco

Nutrimenti, pp. 332, euro 19

Traduzione Giovanni Greco

Il minimalismo, per essere coerente, deve rifiutare qualsiasi discorso generale sulla vita, qualunque accenno che vada al di là della vicenda narrata. Se è questo l’intento di questo libro, il bravo Andre Dubus III raggiunge appieno lo scopo.

La storia è costruita attorno alle vicende personali di quattro persone, che

Continua a leggere


Recensione: Percival Everett, Percival Everett di Virgil Russell

Percival Everett
PERCIVAL EVERETT DI VIRGIL RUSSELL
Edizioni Nutrimenti, pp. 266, € 16
Traduzione di Letizia Sacchini

Però. Posso iniziare una recensione con “Però”? Non penso, però l’ho fatto e proseguo. Dato che parlerò di un libro di Percival Everett che è di – in senso generativo forse – Virgil Russell, sarà bene aspettarsi, fors’anche augurarsi, tali errori morfo-sintattici. Va da sé che il linguaggio, che attraverso morfologia e sintassi, nonché grammatica e semantica e svariate altre particolarità difficilmente elencabili ma nondimeno importanti, tende a svilupparsi vieppiù, e vieppiù descrivere adeguatamente, o con mancanza di adeguatezza, il mondo, è uno dei punti centrali del non romanzo che potreste decidere di leggere. Se sarà dopo aver letto questa mia, ne sarò lusingato, se lo deciderete per i fatti vostri va bene lo stesso.

Continua a leggere