Recensione: Mark Z. Danielewski, Casa di foglie

Mark Z. Danielewski
CASA DI FOGLIE
Edizioni 66thand2nd, pp. 723, € 29,00
traduzione Sara Reggiani e Leonardo Taiuti

Affronto la recensione di questo mastodontico romanzo sfruttando gli apporti critici di Routledge (1992, pp. 324 sgg.) e sopratuttto Moskin (2007, pp. 19 sgg.). Il primo autore, noto critico letterario del New York Times, recentemente deceduto alla bell’età di 97 anni, sosteneva che la possibile sopravvivenza della letteratura in un mondo che si stava rapidamente spostando ad una dimensione prevalentemente visiva stava nella capacità di cogliere questo elemento, farlo proprio e utilizzarlo per mostrare la sua dannosità per il percorso di civilizzazione.

Continua a leggere


Sabato 22 aprile: incontro con Claudio Gregori, autore del libro “Merckx, il Figlio del tuono”.

Sabato 22 aprile – ore 21 – ingresso libero
presso Spazio Terzo Mondo

Spazio Terzo Mondo, in collaborazione con La Popolare Ciclistica e Casa Editrice 66thand2nd

vi invitano all’ incontro con
merckx_cover_sitoCLAUDIO GREGORI

autore del libro

MERCKX, IL FIGLIO DEL TUONO

presentazione e intervista a cura di Davide Paolillo

Il 20 marzo 1966 un giovane belga si schiera al via della Milano-Sanremo. Ha vent’anni e non si è mai misurato con un tracciato così lungo. Al traguardo vincerà la prima classica del suo palmarès. Quel giorno, come con Coppi all’indomani della guerra, si apre per il ciclismo una  nuova èra. Fin da quella prima apparizione, Merckx ha mostrato di possedere, oltre al talento, il gusto dell’avventura e della prodezza. Al pari dei grandi del passato.

Continua a leggere


Recensione: Marshall Jon Fisher, Terribile splendore, 66thand2nd

Marshall Jon Fisher, Terribile splendore
66thand2nd, pp. 317, euro 18
Traduzione Paolo Cognetti, Federca Bonfanti
 
Ogni genere di sport rischia, con il passare degli anni, di degenerare; da attività nata con finalità sì competitive, ma di una competizione che rispettasse determinati principi di sportività, si è passati ad agonismo sfrenato in cui ciascuno cerca solo di affermarsi sui concorrenti in dispregio a qualsivoglia regola decoubertiniana. Lode quindi all’autore

Continua a leggere