Recensione: Giampaolo Simi, La ragazza sbagliata

8008-3Giampaolo Simi
LA RAGAZZA SBAGLIATA

Edizioni Sellerio, pp. 386, € 15,00

Un giornalista travolto dalle nuove tecnologie e la figlia di un artista alla moda sono i protagonisti dell’interessante noire di Giampaolo Simi. Con una scrittura che guadagna mano a mano, Simi ci introduce nella vita di Dario Corbo, direttore di giornale sconfitto dagli interessi politici che regolano la vita dei quotidiani nel nostro paese, e di Nora Beckford, quarantenne con quindici anni di galera alle spalle per l’omicidio della diciottenne Irene; omicidio che le venne imputato, dopo un’assoluzione di primo grado, grazie al lavoro investigativo di Corbo. Ora, dopo quindici anni, l’assassina torna in libertà e Corbo, in condizioni esistenziali non proprio ottimali, viene riesumato da chi ha interesse a che la vicenda riprenda spazio nell’interesse pubblico.

Continua a leggere


Recensione: Kjell Westö, Miraggio 1938

20170328123338_276_cover_altaKjell Westö
MIRAGGIO 1938
Edizioni Iperborea, pp. 409, € 18,50
Traduzione Laura Cangemi

Confesso che non sapevo nulla della travagliata storia della Finlandia, prima provincia svedese passata poi alla Russia e poi devastata da una guerra civile tra bianchi e rossi. Questa storia è accennata dal particolare punto di vista, dialettico, dell’avvocato Claes Thune e della sua segretaria appena assunta Mathilda Wiik. Mathila,  si capisce subito, ha un passato doloroso che interferisce sulla sua stabilità emotiva. L’avvocato, d’altro canto, è appena stato lasciato dalla moglie, uno spirito libero nell’Europa a cavallo tra le due guerre. Anche la sua emotività non è certo delle migliori.

Continua a leggere


Recensione: Zigmunds Skujinš, Come tessere di un domino

Come-tessere-di-un-domino-Zigmunds-Skujiņš-Recensione-Flanerí-1-300x600Zigmunds Skujinš
COME TESSERE DI UN DOMINO
Edizioni Iperborea, pp. 364, € 18,50
Traduzione Margherita Carbonaro

Questo libro parla di un paese di cui sapevo poco, ma io so poco di quasi tutti i paesi extra seriate, ma di questo paese, dopo avere letto il libro, m’è venuta voglia di sapere qualcosa di più, che è in fondo il mezzo che mi ha permesso di sapere qualcosa di alcuni paesi, quelli suoi quali ho letto dei libri e che non sono Seriate. Questo paese è la Lettonia e la storia contenuta in questo libro si svolge per l’appunto in Lettonia in due distinte fasi, due momenti distanti nel tempo, uno a cavallo dei secoli XVIII e XIX e l’altro a cavallo della seconda guerra mondiale, nel senso che la guerra è il cavallo e la storia inizia un po’ prima e finisce un po’ dopo.

Continua a leggere


Recensione: Marco Balzano, Resto qui

978880623741HIGMarco Balzano
RESTO QUI
Edizioni Einaudi, pp. 173, €18,00

Con uno stile dimesso Marco Balzano ricostruisce la storia che porta al campanile sommerso, quello del lago di Curon in Val Venosta che magari avrete visto in qualche filmato o magari ci siete stati se siete gente che va in giro, io l’ho solo visto, io non sono uno che va in giro, e subito dimenticato, però adesso che ho letto il libro me lo ricorderò. Lo stile dimesso non è proprio dell’autore, che aveva già scritto altri due libri per Sellerio, che non ho letto ma non credo avessero questo stile, che potremmo definire paratattico, cioè fatto da tante frasi che stanno tutte per conto proprio, senza subordinarsi l’un l’altra, non è dell’autore dicevo, ma della protagonista della vicenda, Trina, che nasce nel paese di Curon ed è quella che dice Resto qui, e che forse è una che parla proprio così, per paratassi, pur senza sapere che sta usando questo tipo di espressione, molto diffusa tra le persone di cultura medio bassa e i protagonisti dei film d’azione.

Continua a leggere


Recensione: Michel Bussi, Non lasciare la mia mano

cover_9788866328506_1998_600Michel Bussi
NON LASCIARE LA MIA MANO
Edizioni e/o, pp. 334, € 16,00
Traduzione Alberto Bracci Testasecca

L’unico particolare che non convince nella storia sono le azioni della bambina, Sofa, che a sei anni fa cose che non ti aspetteresti mai a quell’età. Al di là di questo piccolo dettaglio, il romanzo scorre gradevolmente e porta il lettore ad interessarsi alle vicende di papà Bellion, della bella signora Bellion, misteriosamente scomparsa all’inizio del romanzo, e della loro figlia, Sasa, che con il padre sfugge alle grinfie della polizia che lo crede responsabile di questa scomparsa. Ci sono anche poliziotti, svegli e meno svegli, ed un cattivo che trama nell’ombra del passato del signor Bellion; e che da questo passato si è rimaterializzato per portare scompiglio nella sua vita.

Continua a leggere


Recensione: John Irving, Viale dei misteri

4082639-9788817098151John Irving
VIALE DEI MISTERI
Edizioni Rizzoli, pp. 616, € 22,00
Traduzione Giuseppina Oneto

Per parlare dell’ennesimo libro di John Irving potrei limitarmi a fare un elenco di bambini abbandonati, animali da circo, persone che scoprono la propria sessualità in maniera inaspettata ed epifanica, ed è proprio qui che sta il bello dei libri di John Irving, che sono tutti lo stesso libro riscritto un’infinità di volte, si vede che John Irving ha molto tempo libero, che poi non è libero perché il tempo libero di uno scrittore, quello che per la gente normale come me, che scrivo ma non sono uno scrittore, scrivo di quello che altri hanno scritto ed io ho letto, e voi, che magari neanche scrivete di quello che avete letto limitandovi a leggerlo, ed usa questo tempo, John Irving, per inventare delle storie affascinanti che parlano, dicevo, sempre della stessa cosa, l’ineluttabile.

Continua a leggere


Recensione: Fernando Aramburu, Anni lenti

0001121468229_0_0_0_75Fernando Aramburu
ANNI LENTI
Edizioni Guanda, pp. 223, € 17,00
Traduzione Bruno Arpaia

Il secondo romanzo tradotto in Italia dell’autore di Patria, l’acclamato, a ragione, best seller dello scorso natale, permette di porsi diverse domande sulla natura della letteratura, anche se dire diverse è esagerato, diciamo una, fondamentale, domanda, ovvero se chi scrive scrive solo per sé o scrive per tutti, ovvero la domanda consiste nel chiedersi se la letteratura abbia una funzione universale o particolare.

Continua a leggere


Recensione: David Foenkinos, Il mistero Henri Pick, Mondadori

David Foenkinos, Il mistero Henri Pick

Mondadori, pp. 243, euro 19

Traduzione Elena Cappellini

In questi giorni postmoderni il trucchetto del libro nel libro è abusato, si parla cioè di un libro che parla del passato, quando la modernità era viva e le cose erano interessanti, ma il libro di cui si parla è contenuto in un altro libro, che parla del triste ora, che però viene come illuminato dall’allora e diventa un po’ più interessante, ebbene,

Continua a leggere


Recensione: Benjamin Markovits, Esperimento americano, 66th and 2nd

Benjamin Markovits, Esperimento americano

66th and 2nd, pp. 376, euro 18

Traduzione Gabriella Tonoli

L’America è stata, sicuramente, un continente di esperimenti sociali e questo libro, che non è un gran che come esperimento, nel senso che è molto classico, ha un inizio e una fine, dei personaggi fissi che fanno cose comprensibili e così via, immagina un esperimento più recente, in America, tentato in una città che ha subito un tracollo economico spaventoso dovuto alla crisi della produzione dell’occidente ricco: Detroit. Detta così la faccio un po’ semplice, e volendo la si potrebbe complicare parecchio, ma fatta così semplice mi sembra sia più chiara; sto dicendo, in poche parole, che Detroit è stata

Continua a leggere