Recensione: Gianluca Morozzi, Dracula e io

Gianluca Morozzi
DRACULA E IO
Edizioni Tea, pp. 246, € 15

Torna nella nostra rubrica Gianluca Morozzi, per regalarci un’altra volta alcuni giorni spensierati. Questa volta il protagonista è Ringo, scrittore di medio successo, proprietario di una fumetteria e dotato di tre amici per la pelle, con i quali vive in un piccolo palazzo nel centro di Bologna. Un altro appartamento della palazzina è occupato da un personaggio che non si vede quasi mai ma che in breve scopriremo: si tratta del conte Dracula. Già. Proprio il protagonista del classico di Bram Stoker che, immortale, continua a gironzolare per il mondo portando avanti un’eterna sfida contro il suo rivale, il Primo. I nostri quattro verranno ovviamente coinvolti, e a questo coinvolgimento si intreccia una trama parallela, che mantiene vivo l’interesse del lettore fino alla fine.

Continua a leggere


Recensione: G. Beltrán e B. Seguí, La mia vita nel barrio

Gabi Beltrán e Bartolomé Seguí
LA MIA VITA NEL BARRIO
Edizioni Tenué, pp. 304, € 15
Traduzione di Diego Fiocco

Oggi vi presentiamo un romanzo a fumetti che ci riporta agli anni ‘80. Gli anni ’80 per molti sono stati anni di povertà, non tutti erano ancora entrati nella ricchezza universale garantita, che è l’illusione spacciata per vera dal nuovo clima culturale che proprio dagli anni ’80 trae origine. E oggi ripensare a quegli anni non può avvenire senza una grossa dose di malinconia e rimpianto, sia nel lettore sia nello scrittore. Gabi, lo scrittore/protagonista delle vicende narrate, ha 14 anni e vive a Palma di Maiorca; vive nel barrio, il quartiere più povero, da cui quasi nessuno esce, tantomeno per raggiungere un’altra vita.

Continua a leggere


Recensione: Serge Latouche, Come reincantare il mondo

Serge Latouche
COME REINCANTARE IL MONDO
Edizioni Bollati Boringhieri, pp. 83, € 10
Traduzione di Fabrizio Grillenzoni

La società contemporanea può essere qualificata per una più o meno grande perdita di fiducia nella natura magica della realtà. L’affermarsi della scienza a partire dal XVII secolo ha fatto sì che l’uomo relegasse via via le spiegazioni non causali in comparti sempre più ristretti: è quello che Max Weber chiama il disincanto del mondo. La perdita di fiducia nelle spiegazioni sovrannaturali è però stata graduale e lo spazio che mano a mano si rendeva disponibile veniva occupato da altre forme di spiegazione, non meno magiche a detta di Latouche: i nuovi idoli dell’epoca desacralizzata sono stati la crescita e l’economia.

Continua a leggere


Recensione: Guia Soncini, L’era della suscettibilità

Guia Soncini
L’ERA DELLA SUSCETTIBILITÀ
Edizioni Marsilio, pp. 190, € 17

L’era della suscettibilità è un libro dedicato con affetto a tutte le persone non suscettibili del mondo che, fortunatamente, sono ancora una solida maggioranza, credo. Il problema della nostra epoca è che le persone suscettibili hanno trovato il modo di esprimere il proprio sentimento, il proprio stato d’animo; una volta, se uno era suscettibile, o era l’imperatore e allora tutti stavano attenti, oppure se la metteva in saccoccia. La pubblica espressione della propria suscettibilità non era ben vista; oggi è invece diventata di moda, è un diritto da rivendicare, sacro quasi. E di questa espressione tutto il mondo, compreso i non suscettibili, deve farsi carico, pena cause miliardarie, perdita di clienti, di audience e visibilità.

Continua a leggere


Recensione: Alessandro Robecchi, I cerchi nell’acqua

Alessandro Robecchi
I CERCHI NELL’ACQUA
Edizioni Sellerio, pp. 394, € 15

I due poliziotti protagonisti della vicenda, Carella e Ghezzi, sono due personaggi marginali nella saga che Alessandro Robecchi ha portato fino al settimo episodio. Per chi, come me, ha avuto la sbadataggine di non seguire dall’inizio le vicende che vedono coinvolto Carlo Monterossi in veste di protagonista e investigatore per caso, ha con questo romanzo un’ottima occasione per entrare nel mondo che Robecchi ha creato.

Continua a leggere


Recensione: Mark Z. Danielewski, Casa di foglie

Mark Z. Danielewski
CASA DI FOGLIE
Edizioni 66thand2nd, pp. 723, € 29
Traduzione di Sara Reggiani e Leonardo Taiuti

Affronto la recensione di questo mastodontico romanzo sfruttando gli apporti critici di Routledge (1992, pp. 324 sgg.) e sopratuttto Moskin (2007, pp. 19 sgg.). Il primo autore, noto critico letterario del New York Times, recentemente deceduto alla bell’età di 97 anni, sosteneva che la possibile sopravvivenza della letteratura in un mondo che si stava rapidamente spostando ad una dimensione prevalentemente visiva stava nella capacità di cogliere questo elemento, farlo proprio e utilizzarlo per mostrare la sua dannosità per il percorso di civilizzazione dell’uomo.

Continua a leggere


Recensione: John Smolens, Margine di fuoco

John Smolens
MARGINE DI FUOCO
Edizioni Mattioli 1885, pp. 254, € 16
Traduzione di Sebastiano Pezzani

La solita piccola cittadina americana; il solito vice sceriffo con figlio problematico; il solito trentenne che si innamora di una ragazzina, meglio, di una ragazza non-più-ragazza. Difficile trovare un altro modo di definire lo status di Hannah, che a diciotto anni s’è fatta mettere incinta da Sean e poi ha abortito. Questa situazione standard cambia all’arrivo di Martin, che è tornato a Whitefish Harbor per sistemare la casa lasciatagli dalla nonna; e cambia perché Martin si innamora di Hannah, e viceversa, cosa presa poco bene da Sean, che ritorna al paese dopo un anno a fare il militare in Italia. Il tutto vi si presenta ancor più intricato se vi dico che Sean è il figlio della sceriffo, il figlio problematico appunto.

Continua a leggere


Recensione: Emma, Bastava chiedere

Emma
BASTAVA CHIEDERE
Edizioni Laterza, pp. 186, € 18
Traduzione di Giovanna Laterza

Divertente e ben articolato, il collage di vignette della blogger francese Emma si lascia leggere con piacere e fornisce al lettore parecchi spunti per riflettere sul rapporto tra uomo e donna nella società occidentale contemporanea. Il libro si articola in dieci capitoli, struttura che vanta molti precedenti storici, ed in ognuno di essi l’autrice affronta le svariate situazioni che nella vita privata e nel lavoro costringono le donne ad assumere, anche involontariamente ed inconsapevolmente, una posizione di svantaggio rispetto ai maschi. Il tutto si spiega, a detta dell’autrice, in virtù di un duplice ordine di motivi.

Continua a leggere


Recensione: Rén, Non sono questi i problemi

Rén
NON SONO QUESTI I PROBLEMI
Edizioni BeccoGiallo, pp. 125, € 18

«Non sono questi i problemi», ecco cosa dice il padre della protagonista quando lei gli comunica di essere gay; un genitore comprensivo equivale ad un ragazzo/a che può affrontare con più agio un processo che può riservare diverse difficoltà, anche nell’Italia d’oggi, sicuramente più evoluta rispetto a quarant’anni fa: affermare una sessualità diversa da quella della maggioranza. Ma, sembra dirci l’autrice, anche se all’apparenza sono tutti disponibili e aperti, la discriminazione si annida dappertutto.

Continua a leggere


Recensione: Daniele Antonietti, Nerd

Daniele Antonietti
NERD
Edizioni Besa Muci, pp. 365, € 21

Luca Brunoni, il protagonista di Nerd, è guidato da un unico principio: occorre vivere senza accorgersi di vivere. Detto così, sembra proprio una stronzata, ma dal punto di vista pratico presenta una certa quantità di indiscutibili vantaggi. Tutta la vita del nostro, ed anche ogni capitolo del libro, sin dall’iniziale incontro nel club di tennis ove Luca domina con l’autorevolezza dei suoi 67 anni, ha il nome di una donna ed è proprio rincorrendo le donne che Luca Brunoni giunge al proprio destino di sessantasettenne.

Continua a leggere