GdA vini #42: Azienda agricola Collestefano

Come ogni anno è arrivato il momento dell’attesissimo gruppo d’acquisto di Collestefano: l’azienda di Fabio Marchionni produce (dal 1995 con coltivazione biologica) l’ormai celebre Verdicchio di Matelica che ha poco bisogno di presentazioni, ed è da anni tra i migliori vini italiani per rapporto qualità-prezzo.
Come sempre è possibile ordinare anche una sola tipologia di vino, e non ci sono minimi d’ordine; ma con almeno 12 bottiglie potrete approfittare del nostro Terzo Mondo Express per ricevere i vini a casa vostra.
Per l’ordine è necessario compilare, entro e non oltre lunedì 12 luglio, il modulo a quest’indirizzo: bit.ly/GdAvini42form
L’arrivo dei vini è previsto intorno al 19/24 luglio. Per ogni esigenza scrivete pure a caffetteria@spazioterzomondo.com oppure chiamateci in libreria allo 035 290 250.

I VINI

Verdicchio di Matelica DOC 2020
bianco | verdicchio 100% | vol. 13% – € 8 [disponibile anche in magnum e doppia magnum]
L’annata 2020 è stata caratterizzata da una primavera piovosa e da un’estate asciutta ma non troppo calda, che hanno garantito alle uve un perfetto stato sanitario e un periodo vendemmiale con rilevanti escursioni termiche. Nel bicchiere esprime una nota di cedro molto intensa sia ai profumi che al palato, attorniata da una sfumatura di mandorla, la consueta, irresistibile reattività e un finale agrumato e ammandorlato; il tutto in un corpo leggermente più ricco del consueto, pur mantenendo intatte le proverbiali caratteristiche di beva e dinamismo. Un tocco di ricamo in meno del solito, due tocchi di veracità in più. Un vino che dovrebbe raggiungere il proprio apice attorno al 2025.

Rosa di Elena IGT 2020
rosato | sangiovese 80% cabernet 10% altre uve 10% | vol. 12% – € 8
Solo i migliori vini rosati sanno spogliarsi della propria confezione ed esprimersi pienamente come espressioni di territorio. Questo rosato è una foto in bottiglia di Collestefano: succo di lampone luminoso al colore, al profumo la nota di frutta rossa è di purezza estrema. Vinoso al palato, sciolto, freschissimo come un bianco, finisce pulito e schietto su note di geranio, mela rossa, anice. Un vino dalla bevibilità inimmaginabile.

Metodo classico extra brut
spumante bianco | verdicchio 100% | vol. 12,5% – € 16
Verde paglierino al colore, il profumo è esuberante di prugna acerba e semi di finocchio. Il palato è come sempre slanciato e di estrema purezza, grazie anche alla assenza di liquore di spedizione, ovvero di zuccheraggio finale, con in più una evidente ricchezza figlia di una annata giù divenuta leggenda in Italia per i rossi. L’anidride carbonica emulsiona il centro bocca, e nella persistenza le note vegetali si alternano a quelle di farina. Da bere sempre, con quello che vi pare, con chi vi pare. Eccellente da aperitivo, ottimo anche per tutto il pasto. Provatelo sulle cucine vegetariane.

L’AZIENDA

L’azienda agricola Collestefano è situata nella zona collinare interna delle Marche ad una altitudine di 420 m. nell’areale di diffusione del Verdicchio di Matelica DOC. Uno stretto altipiano che si sviluppa da Sud a Nord solcato dal fiume Esino e delimitato ad Est e ad Ovest dalla catena montuosa degli Appennini umbro marchigiani (1479 m.). Chiusa all’influsso mitigante del Mare Adriatico, questa zona è caratterizzata da un microclima freddo e asciutto e con elevate escursioni termiche, ideale per il Verdicchio di Matelica: un vitigno a bacca bianca autoctono allevato in queste zone sin dall’antichità che qui matura tardivamente a partire dalla seconda metà di ottobre.
Dal 1995 i vigneti vengono gestiti secondo i metodi dell’agricoltura biologica (controllo e certificazione CCPB). Viene posta particolare attenzione alla gestione del suolo con la coltivazione di erbai pluriannuali composti da diverse specie erbacee. L’erbaio polifita influenza positivamente la fertilità del terreno aumentando la sostanza organica (humus stabile) e quindi la dotazione di elementi nutritivi. Inoltre, la presenza di diverse specie erbacee e con fioritura scalare è indispensabile per attirare un gran numero di insetti tra cui i naturali antagonisti dei più comuni insetti dannosi (predatori utili). Per la difesa fitosanitaria vengono utilizzati esclusivamente prodotti di contatto a base di zolfo, bentoniti, silicati, alghe, cercando di contenere il più possibile l’impiego del rame.
L’uva viene raccolta manualmente in piccole cassette (30 Kg) nei vigneti adiacenti la cantina (non vengono acquistate uve) e lavorata intera mediante l’utilizzo di una pressa soffice. Il mosto fermenta a bassa temperatura in piccoli serbatoi (10-20 HL) di acciaio inox dove raggiunge la stabilità fisico-chimica senza alcuna aggiunta di chiarificanti (chiarificazione spontanea). L’imbottigliamento avviene entro il mese di maggio, le bottiglie sistemate orizzontali in una grotta scavata nella roccia di arenaria e solo dopo un periodo variabile di maturazione commercializzate. Non viene svolta la fermentazione malolattica. Il vino ha colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, profumi che evocano erbe di campo e mela, gusto dalla struttura non invadente sostenuto da una fresca vena acida che dona fragranza.

SCHEDE TECNICHE

Verdicchio di Matelica | Rosa di Elena | Spumante extra brut

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *