Andarperlibri: Ole Konnecke, Che sport, lo sport, Beisler

Ole Konnecke, Che sport, lo sport

Beisler, pp. 54, euro 15.9

Che lo sport non sia solo il calcio è difficile farlo capire ad un bambino che in televisione vede solo quello. Si può allora provare a mostrargli un libro che spazia dal calcio al tennis da tavolo, senza tralasciare lo sci e la danza, l’atletica e il biliardo. Coccodrilli, giraffe ed alci si sfidano su campi verdi e piani innevati, attorno a tavoli lisci o su superfici accidentate rincorrendosi in moto, senza che nessuno si faccia male ma senza rinunciare ad accennare al fatto che qualcuno vince e qualcuno perde. Disegni divertenti accompagnano un testo semplice e diretto per spiegare ai vostri bambini che è importante divertirsi e partecipare: dai quattro ai sette anni.

Continua a leggere


Recensione: Paul Auster, 4 3 2 1

Paul Auster
4 3 2 1
Edizioni Einaudi, pp. 939, € 25,00
Traduzione Cristiana Mennella

Le dimensioni di questo libro, nel senso del numero delle pagine, potrebbero spaventare ma anche no come pure il nome, Paul Auster, che evoca un po’ l’austerità, una severità ebraica quasi metafisica, è tale da incutere rispetto; ma se, anzi, non vi fate spaventare ma vi buttate a pesce, come si dice, e lo leggete tutto d’un fiato questo romanzo ne resterete estremamente soddisfatti, io almeno lo sono stato. Diciamo che il libro ricorda un po’, come idea, il romanzo di formazione che è un classico dalla fine dell’800.

Continua a leggere


Sabato 21 e domenica 22 aprile: Avere una storia. Laboratorio di lettura, visione e scrittura con Giorgio Vasta.

Sabato 21 e domenica 22 aprile – necessaria iscrizione
presso Spazio Terzo Mondo

vastaAVERE UNA STORIA

Ossia come le storie e le narrazioni mettono in scena le emozioni

LABORATORIO DI LETTURA, VISIONE E SCRITTURA

a cura di GIORGIO VASTA

Il workshop consisterà in un ragionamento empirico e non teorico sul tema individuato. Dunque si leggeranno dei testi, si discuterà su come sono fatti, si vedranno sequenze video e le si commenterà, verranno proposti alcuni esercizi e si commenteranno anche quelli.

L’obiettivo è quello di guadagnare una maggiore sensibilità nei confronti di che cos’è una storia, dunque nei confronti delle strutture narrative e del linguaggio tramite cui le strutture prendono forma.

CHI:

Giorgio Vasta (Palermo, 1970) vive e lavora a Torino. Ha partecipato, con i suoi racconti, alle antologie di minimum fax Best off (2006) e Voi siete qui (2007).

Continua a leggere